Home / Internet / The Expanse ha minacciato la guerra nucleare per due stagioni da mangiarsi le unghie – ora, sta premendo il pulsante

The Expanse ha minacciato la guerra nucleare per due stagioni da mangiarsi le unghie – ora, sta premendo il pulsante

Lo show di fantascienza più rilevante della TV utilizza finalmente le sue armi di distruzione di massa per un effetto catastrofico – e acuto

The Expanse ha dato il via alla sua terza stagione il mese scorso su Syfy, continuando la storia dell’equipaggio di un’astronave in un sistema solare abitato che è ambientato secoli nel futuro. Nelle sue prime due stagioni, la serie si è affermata come una delle storie più politicamente rilevanti in TV in questo momento, con l’inizio di una guerra di sistema sempre sospesa all’orizzonte. Ora, la sua terza stagione è in corso, e la guerra è iniziata, portando massicci incidenti, la possibilità molto reale di distruzione mutuamente assicurata, e una visione che fa riflettere su dove potremmo finire se facciamo gli stessi errori.

The Expanse 

Spoiler avanti per The Expanse.

Nella serie, gli umani hanno colonizzato i corpi principali del nostro sistema solare, riunendosi in tre fazioni: le Nazioni Unite che governano la Terra, la Repubblica congressuale marziana che sovrintende Marte ei suoi sforzi di terraformazione, e l’Alleanza dei pianeti esterni che rappresenta una coalizione libera di gli abitanti della classe lavoratrice dei vari asteroidi e lune degli altri pianeti del sistema che si chiamano Belters. Nessuno di questi governi si è particolarmente apprezzato o si è fidato l’uno dell’altro, il che ha portato a una lunga e bollente guerra fredda. Sebbene le relazioni tra le fazioni siano state fredde per decenni, una nuova ruga ha riscaldato le cose: una sostanza aliena nota come protomolecola. Sebbene l’allarmante natura trasformativa della protomolecola abbia implicazioni di vasta portata per ogni aspetto della vita umana, può anche essere impugnata come un’arma,

Nelle prime due stagioni dello spettacolo, la protomolecola è stata utilizzata contro la gente sperimentalmente da una società che intende venderla al miglior offerente. Innanzitutto, l’azienda esegue un test su un asteroide di Belter vulnerabile chiamato Eros che uccide decine di migliaia. Quindi, una versione ibridata viene dispiegata su Ganimede, dove uccide una squadra di soldati marziani. L’equipaggio della nave Rocinante – le star della serie – ha avuto il suo campione per un po ‘, fino a quando uno dei suoi membri dell’equipaggio, Belter Naomi Nagata, lo ha passato alla testa di una fazione dell’OPA, che vuole usare l’arma come un modo per legittimare la sua organizzazione.

Dove le prime due stagioni hanno contribuito a stabilire un mondo sull’orlo del baratro, questa ultima stagione riguarda tutto quello che succede quando andiamo oltre, e quando le nazioni perdono le voci razionali che frenano questi impulsi distruttivi. Nella premiere ” Fight or Flight “, l’esperto sottosegretario alle Nazioni Unite Chrisjen Avasarala è in fuga con Martian Marine Bobbie Draper dopo aver cercato di catturare le persone responsabili degli attacchi protomolecolari. La sua assenza permette al suo rivale, Sadavir Errinwright, di incastrarla per l’attacco a Eros e spingere il suo programma aggressivo.

Egli avverte il segretario generale dell’ONU che le recenti azioni di Marte dimostrano i loro piani di dichiarare guerra. Nel terzo episodio della stagione, ” Assured Destruction “, Earth lancia un primo attacco contro le piattaforme di armi di Marte, distruggendo efficacemente le loro capacità di primo attacco – ma non prima che i marziani possano ottenere un colpo, uccidendo milioni con una testata spaziale. È uno scenario orribile a cui ci siamo avvicinati sulla Terra, durante la Guerra Fredda. (Per fortuna, abbiamo rallentato all’ultimo secondo quando prevalevano le teste più fredde.)

L’ autore dello Spazio Daniel Abraham dice a The Verge che lui e il suo co-autore Ty Franck sono cresciuti entrambi durante la fine della Guerra Fredda, quando la “paura dell’annientamento nucleare era praticamente uno sfondo costante nei miei anni di formazione. I miei amici e io giocammo a un gioco di carte al liceo chiamato Nuclear War, dove il punto era raccogliere il minor numero di morti. Era pervasivo. “

La politica di The Expanse riflette quell’ansia, dice Abraham. Il problema non è che le persone hanno a che fare con forze che non possono controllare; è che questa tecnologia aliena potrebbe diventare un punto di svolta per tutta l’umanità, tuttavia “il vero significato di esso è perso in una sorta di visione geopolitica del tunnel”. Possono solo immaginare di usare la protomolecola come arma in una guerra crescente. Nei romanzi, alcune delle minacce alla sopravvivenza della specie non sono nemmeno complicate come testate nucleari o tecnologie aliene esotiche. C’è la minaccia sempre presente che qualcuno semplicemente userà un asteroide per attaccare la Terra.

Questi parallelismi sono ancora più agghiaccianti considerando che queste ansie sono tornate in auge negli ultimi anni, mentre le tensioni tra Stati Uniti e Russia si restringono e una serie di test nucleari della Corea del Nord riscalda la retorica politica in tutto il mondo.

Le scorte, sia nel nostro tempo che in The Expanse , sono intrinsecamente pericolose, siano esse una nuova tecnologia, ricca di possibilità non letali, o più armi da giardino. Nello show, Terra e Marte hanno entrambi acquistato arsenali e armate vaste pronte a muoversi in un attimo, correndo con l’idea che avere queste forze pronte a partire sarà un deterrente efficace contro l’azione. Mentre questo ha funzionato fino a questo punto, quella logica si rompe quando gli strateghi spingono oltre la deterrenza e in una guerra aperta. Gli strumenti sono già a loro disposizione: tutto ciò che devono fare è premere il pulsante.

Fino ad ora, The Expanse ha tenuto uno specchio fino a dove le nostre violente tendenze di base ci portano. Ora, tuffandosi a testa in testa nelle vere conseguenze di quelle tendenze quando passano incontrollate, si raddoppia su quel commento. Le nuove atrocità dello show illustrano senza mezzi termini che se non avremo il nostro impegno insieme qui sul terreno, continueremo a portare questi problemi con noi, ovunque andremo.

“Mi sembra che la minaccia degli stati-nazione impegnati in guerra sia ora e sarà sempre una minaccia per gli individui che vivono in loro”, dice Abraham, non importa se le armi sono nucleari o una tecnologia aliena immaginaria. Alla fine, è lo stesso: “Gli ingranaggi o la guerra sono unti di sangue”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *